martedì 11 luglio 2017
Home » Notizie economiche » Trump: guerra commerciale per penalizzare economia Europa
Trump: guerra commerciale per penalizzare economia Europa
Donald Trump Presidente USA

Trump: guerra commerciale per penalizzare economia Europa

Trump: guerra commerciale per penalizzare economia Europa

Gli Stati Uniti adesso lo dicono chiaro: «Siamo in guerra». Una guerra commerciale fatta di superdazi per penalizzare l’economia dell’Europa e non solo. Donald Trump ha firmato due decreti esecutivi per combattere il deficit commerciale Usa nei confronti dei propri partner, ponendo fine a quelli che per il presidente sono «abusi» verso il proprio paese: «Siamo in una guerra commerciale.
Il messaggio è chiaro: chi viola le regole deve sapere che da oggi ne subirà le conseguenze», ha detto.
E il segretario al commercio americano, Wilbur Ross, intervistato dalla Cnbc, non lascia margini di interpretazione: «Gli Stati Uniti non si inchineranno più al resto del mondo su questo fronte. Perché gli Usa non si ritrovano in deficit per caso.

E la Cina, senza il suo enorme surplus commerciale, non sarebbe mai potuta crescere ai tassi con cui è cresciuta la sua economia».
Ancora una volta il presidente è passato velocemente dalle parole ai fatti: della questione aveva infatti ripetutamente parlato in campagna elettorale al grido di «America First» e, così come è stato sul fronte migranti e terrorismo, non ha perso tempo.

Secondo il tycoon i 500 miliardi di dollari l’anno di deficit statunitense, di cui oltre 340 con la Cina, sarebbero il risultato delle politiche di libero scambio dei suoi predecessori, a partire da Obama.
Politiche che, penalizzando le imprese locali, avrebbero indebolito tutto il paese.
La prossima settimana Trump vedrà in Florida il presidente della Cina Xi Jinping, in un incontro che lui stesso definisce in un tweet «molto difficile».

Ma alla Casa Bianca tiene ancora banco il RussiaGate. L’avvocato di Mike Flynn, l’ex consigliere per la sicurezza nazionale di Trump costretto alle dimissioni poco dopo l’insediamento alla Casa Bianca, ha detto che il suo assistito «ha una storia da raccontare », motivando così l’offerta, in cambio dell’immunità, di testimoniare sul caso, in particolare sui presunti contatti tra lo staff di Trump e i russi. Contatti che il presidente continua a definire «fake news», anche se una certa preoccupazione per l’attesa deposizione già si avverte.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online