lunedì 12 giugno 2017
Home » Notizie economiche » Tfr in busta paga scelto da meno dello 0,1% dei lavoratori
Tfr in busta paga scelto da meno dello 0,1% dei lavoratori

Tfr in busta paga scelto da meno dello 0,1% dei lavoratori

Tfr in busta paga scelto da meno dello 0,1% dei lavoratori

L’operazione “Tfr in busta paga” voluta dal governo è un fallimento.
Quantomeno finora.

Meno dello 0,1% dei lavoratori ha fatto richiesta per avere l’anticipo del trattamento di fine rapporto. Questo secondo i calcoli fatti dalla Fondazione consulenti del lavoro.

Su un milione di retribuzioni esaminate, infatti, solo 567 dipendenti hanno chiesto alla propria azienda l’anticipo.

La norma è entrata in vigore ad aprile. Il prelievo fiscale sull’anticipo è a tassazione ordinaria, questo potrebbe aver scoraggiato dal farne richiesta: la misura è conveniente solo per le fasce più basse di reddito.

Nel complesso il Tfr dei dipendenti vale circa 20 miliardi di euro all’anno, il governo aveva ipotizzato che a regime sarebbero stati il 40, 50% dei lavoratori a farvi ricorso.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online