venerdì 9 giugno 2017
Home » Notizie economiche » Tensione Grecia, accordo lontano, posizioni distanti
Tensione Grecia, accordo lontano, posizioni distanti

Tensione Grecia, accordo lontano, posizioni distanti

Tensione Grecia, accordo lontano, posizioni distanti

Fumata nera, ieri nell’Eurogruppo. La Merkel spinge: «Il sì entro lunedì»

La notte non ha portato consiglio. E non è servita a colmare le differenze di vedute e di piano tra il governo di Tsipras e i creditori. E così l’Eurogruppo di ieri sul futuro della Grecia si è concluso con un nulla di fatto nonostante gli incontri febbrili. Il tempo stringe, le facce iniziano ad essere tirate. E le dichiarazioni più secche. «C’è una grande differenza tra le posizioni.

Non abbiamo fatto progressi.

E, anzi, i greci si sono mossi all’indietro invece di fare passi avanti», ha detto il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble. I ministri torneranno a vedersi domani. Atene è rimasta ferma sulle sue posizioni e l’Fmi non ha intenzione di fare sconti su pensioni e Iva. Il comunicato dell’Eurogruppo ha lanciato un appello per cercare di sensibilizzare il governo di Atene.

«Accettate le proposte delle istituzioni». Ieri sera Tsipras ha di nuovo incontrato Juncker, Draghi e la Lagarde. Si continua a tessere, a limare anche se le decisioni sono sostanziali. Oggi sono previsti altri incontri informali. Si cerca di creare la sovrastruttura per poter poi affondare il colpo dei negoziati.

A centrare il punto ci ha provato il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz: «La Grecia ha bisogno di riforme profonde per creare crescita e occupazione attraendo investimenti». Ma nessuno ha intenzione di arrendersi: «Ci deve essere una soluzione di compromesso entro il 30 giugno, e la Grecia deve fare la sua parte per ottenere il denaro di cui ha urgentemente bisogno per regolare gli affari correnti», ha aggiunto Schulz.

Lo stesso pensiero della cancelliera tedesca Angela Merkel.

«L’accordo deve essere trovato prima della riapertura delle Borse di lunedì ». Un po’ di positività è arrivata dalla direttrice del Fmi Christine Lagarde: «Le istituzioni creditrici sono unite e lavorano per una soluzione».

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online