martedì 11 luglio 2017
Home » Notizie economiche » Renzi: il 5 per mille alla scuola e cambio la Rai
Renzi: il 5 per mille alla scuola e cambio la Rai

Renzi: il 5 per mille alla scuola e cambio la Rai

Renzi: il 5 per mille alla scuola e cambio la Rai

Gli scatti di merito «sono giusti», alcuni insegnanti «non sono degni del loro compito», le classi-pollaio «sono inaccettabili», i ragazzi del Nord e del Sud «hanno lo stesso diritto di stare in scuole sicure».

Ieri all’iniziativa del Pd «La scuola che cambia, cambia l’Italia» Renzi ha confermato che in questa settimana sarà presentato un doppio atto normativo (decreto legge e ddl delega) sulla scuola.

E ha annunciato che in cantiere c’è l’idea di consentire che il 5 per mille possa essere destinato anche alla cultura e alla scuola.

Qualcosa di più sul «progetto scuola», in dirittura d’arrivo, ha detto il ministro Giannini: «Cardine importante è un piano di assunzioni straordinario e la previsione di tornare ad assumere solo con concorso pubblico» con la sparizione delle graduatorie.

Non solo scuola, l’incontro è servito a Renzi anche per parlare di Rai: « È da cambiare se serve anche con decreto, perché non può essere disciplinata da una legge che si chiama Gasparri ».

L’obiettivo è rimettere «in moto, in piedi» il Paese: «Siamo alla prima parte del primo tempo. È passato un anno. Ne mancano ancora tre. Ascoltare tutti non vuol dire non fare più niente, sennò è paralisi, palude», ha detto. A Landini ha riservato parole più dure dopo, a In Mezz’Ora su Rai 3.

Il segretario della Fiom aveva dichiarato al Fatto che il sindacato deve «aprirsi a una rappresentanza anche politica », ed ecco la dura risposta: «Non credo che Landini abbandoni il sindacato, è il sindacato abbandona Landini. La sconfitta sindacale lo pone nel bisogno di cambiare pagina».

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online