giovedì 13 luglio 2017
Home » Notizie economiche » L’Ue striglia la Grecia: adesso basta perdere tempo
L’Ue striglia la Grecia: adesso basta perdere tempo

L’Ue striglia la Grecia: adesso basta perdere tempo

L’Ue striglia la Grecia: adesso basta perdere tempo

Promesse greche all’esame europeo: «Sono troppo vaghe». E domani si torna a trattare

Nei negoziati con la Grecia si sono perse due settimane in discussioni sostanzialmente inutili ». Le parole decise del presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, indicano che la pazienza sta finendo dalle parti di Bruxelles.

Ieri, infatti, sono proseguite a oltranza le trattative, con la possibilità che Atene debba davvero tornare sotto la supervisione della ex Troika (Ue, Bce e Fmi). Stavolta, però, vigilerebbe da Bruxelles.

In ogni caso, è attesa la ripresa dei negoziati per domani e dal governo di Tsipras pare filtrare la disponibilità a rivedere le riforme: dopo la presentazione del piano in sette punti, giudicato troppo «vago» in Europa, il leader di Syriza dovrà specificare meglio le sue intenzioni. E sull’attuazione del programma di sostegno finanziario alla Grecia ha parlato anche il ministro dell’Economia italiano, Pier Carlo Padoan, al termine della riunione dell’Eurogruppo: «Siamo sulla strada giusta, ma bisogna iniziare a correre perché il tempo è poco».

L’ennesima giornata di fuoco per la Grecia e l’Europa ha resto nervosi i listini del Vecchio continente, con la Borsa di Atene a farne le spese maggiori (ieri un -4,2% finale). Tra l’altro, si sono riuniti anche i ministri delle Finanze dell’Eurozona per ascoltare i dettagli dei sette punti inviati dal ministro greco, Yanis Varoufakis, ma per il momento non c’è traccia della tranche di liquidità di salvataggio per Atene. «La nostra politica è che la Grecia resti nell’Eurozona.

Ma una cosa è la solidarietà, un’altra la determinazione a spingere sulle riforme; se la via è questa c’è ancora molta strada da fare», ha fatto sapere Angela Merkel. E la cancelliera tedesca ha pure ricevuto una bizzarra minaccia dal ministro della Difesa greco: «Se ci abbandoneranno, i migranti riceveranno i documenti e andranno a Berlino.

E se fra loro ci saranno jihadisti, l’Europa sarà responsabile», ha detto Panos Kammenos, il popuIl ministro greco Yanis Varoufakis lista di destra alleato di Tsipras.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com