giovedì 13 luglio 2017
Home » Notizie economiche » Istat: stipendi su solo dell’1,3%, mai così male dal 1982
Istat: stipendi su solo dell’1,3%, mai così male dal 1982
istat

Istat: stipendi su solo dell’1,3%, mai così male dal 1982

Istat: stipendi su solo dell’1,3%, mai così male dal 1982

L’1,3% appena.
Le retribuzioni contrattuali orarie nella media del 2014 sono salite così poco e l’Istat ha spiegato che si tratta del minimo storico.

Tradotto, la variazione più bassa dal 1982, anno d’inizio delle serie. Certo, l’istituto di statistica ha anche ricordato che l’anno scorso l’inflazione ha registrato un andamento quasi nullo (+0,2%): quindi, se si considera la dinamica di crescita dei prezzi assieme a quella delle retribuzioni, si ha un saldo positivo (+1,1%) degli stipendi.

Ma resta il fatto che a dicembre l’indice calcolato è rimasto invariato rispetto al mese precedente, anche se aumentato dell’ 1,1% sul dicembre 2013.

Se nell’ultimo mese dell’anno scorso le retribuzioni sono rimaste ferme per la Pubblica amministrazione (come da blocchi disposti per legge), ecco invece i settori con i maggiori incrementi: telecomunicazioni +3,5%, gomma e plastica +3,3%, tessile e pelli +2,9%.

Nulle, invece, le variazioni del commercio.

Negli altri dati sul mondo del lavoro partoriti ieri dall’Istat si scopre che a fine dicembre la quota di dipendenti in attesa di rinnovo è del 55,5% nel totale dell’economia e del 42,4% nel privato.

Con la fine del 2014, dunque, i contratti da rinnovare sono 37, di cui 15 nella pubblica amministrazione, relativi a circa 7,1 milioni di dipendenti.

Non c’è da stare sereni, però, per l’attesa del rinnovo: è in media di 37,3 mesi (21,7 per i privati).

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com