martedì 11 luglio 2017
Home » Notizie economiche » Istat: divario tra ricchi e poveri e tra Nord e Sud
Istat: divario tra ricchi e poveri e tra Nord e Sud
Istat: divario tra ricchi e poveri e tra Nord e Sud

Istat: divario tra ricchi e poveri e tra Nord e Sud

Istat: divario tra ricchi e poveri e tra Nord e Sud

Torna a crescere il benessere delle famiglie italiane, ma resta netto il divario tra ricchi e poveri e tra Nord e Sud.
È la conclusione a cui giunge il rapporto dell’Istat sul Benessere Equo e Sostenibile.

Aumento dei consumi e del reddito disponibile

In particolare, aumenta la fiducia nel futuro e si riducono le strategie messe in atto dalle famiglie per contenere la spesa, ne deriva un aumento dei consumi e del reddito disponibile (+0,7% nel 2013 e +0,1 nel 2014).

Il maggiore ottimismo rilevato dall’Istat, però, non riesce ad annullare le forti diseguaglianze ancora esistenti soprattutto al Sud.

«Il Mezzogiorno, si legge nel documento, oltre ad avere un reddito medio disponibile decisamente più basso del Nord e del Centro, ha anche la più accentuata disuguaglianza reddituale: il reddito posseduto dal 20% della popolazione con i redditi più alti è 6,7 volte quello posseduto dal 20% con redditi più bassi, mentre nel Nord il rapporto è di 4,6».

Divario netto tra nord e sud

I poveri, in generale, restano fuori dal generale colpo di reni che il Paese sembra aver dato, anzi il rapporto tra il reddito del 20% della popolazione più ricca e quello del 20% più povero si amplia e raggiunge il 5,8 dal 5,1.
Sono davvero tanti i dati contenuti nel rapporto che confermano la diseguaglianza in atto, ma basta citarne alcuni.

Nel Mezzogiorno il 16% dei bambini non può permettersi di partecipare a una gita scolastica e il 14,7% non ha uno spazio per studiare, mentre il 20,6% dei maggiori di 16 anni non può Permettersi di sostituire gli abiti consumati.
Nonostante ciò, però, Linda Laura Sabbadini, direttore centrale dell’Istat, vede spiragli di serenità: «il 2014 è un anno di transizione. Si ferma la caduta e ci sono addirittura segnali di miglioramento.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online