giovedì 7 dicembre 2017
Home » Notizie economiche » Istat, cresce disuguaglianza economica tra le famiglie
Istat, cresce disuguaglianza economica tra le famiglie
istat

Istat, cresce disuguaglianza economica tra le famiglie

Istat, in Italia cresce disuguaglianza economica tra le famiglie

L’Italia divisa Più reddito ma più poveri

Un’Italia a due facce: cresce il reddito medio ma anche la disuguaglianza economica tra le famiglie. È la fotografia scattata dall’Istat: così, da una parte, nel 2015 il budget medio di una famiglia è salito dell’ 1,8% in un anno, anche se si è fermato a 29.988 euro netti, circa 2.500 al mese,+1,7% in termini di potere d’acquisto rispetto al 2014.

Dall’altra, il rapporto tra il reddito del 20% più ricco e quello del 20% più povero è aumentato: da 5,8 a 6,3 volte. Tre italiani su quattro dispongono di redditi sotto i 30 mila euro, se si guarda alle entrate annue su cui ognuno può contare, al netto dei contributi ma al lordo delle tasse. Si stima inoltre che – nel 2016 – il 30%, delle persone residenti in Italia fosse a rischio di povertà o esclusione sociale.

Si tratta di oltre 18 milioni (esattamente 18.136.663) di italiani: l’anno precedente, la quota era al 28,7%.
Un record, il picco maggiore da quando il tasso di povertà viene monitorato, ovvero dal 2004.

La ripresa ha avvantaggiato i più ricchi provocando nel 2016 «un aumento della disuguaglianza economica e del rischio di povertà ed esclusione sociale», osserva l’Istat. Più esattamente, «la crescita del reddito è più intensa per il quinto più ricco della popolazione, trainata dal sensibile incremento della fascia alta dei redditi da lavoro autonomo, in ripresa ciclica dopo diversi anni di flessione pronunciata».

E se il Mezzogiorno resta l’area territoriale più esposta al rischio di povertà o esclusione sociale (46,9%, in lieve crescita dal 46,4% del 2015), il rischio è minore, eppure in aumento, nel Nord-Ovest (21,0% da 18,5%) e nel Nord-Est (17,1% da 15,9%).

«I dati confermano le nostre denunce, le diseguaglianze stanno crescendo», commenta la Cgil, ma anche i grillini cavalcano la polemica e rilanciano il reddito di cittadinanza.
E il Pd promette: «Il lavoro per uscire dalla crisi non si arresterà fino a quando non avremo la certezza che nessuno è stato lasciato indietro».

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com