lunedì 10 luglio 2017
Home » Notizie economiche » Istat: 6 giovani su 10 vivono con i genitori e vogliono emigrare
Istat: 6 giovani su 10 vivono con i genitori e vogliono emigrare
istat

Istat: 6 giovani su 10 vivono con i genitori e vogliono emigrare

Istat: 6 giovani su 10 vivono con i genitori e vogliono emigrare

Fra 0 e 24 anni meno di un quarto degli italiani Il 42% dei ragazzi è pronto a emigrare

Secondo la Società italiana di medicina di emergenza, ogni anno sono 100 mila in più gli ultra 80enni che chiedono aiuto al Pronto Soccorso.
La notizia arriva nello stesso giorno in cui l’Istat, per celebrare i suoi 90 anni, fotografa in un rapporto cinque generazioni di italiani.
E conferma: siamo un Paese in cui, grazie a prevenzione e progressi in campo medico, chi è nato fra 1946 e 1965 affronta l’autunno della vita in condizioni migliori rispetto alle generazioni precedenti.

1,35 Nel 2015, per il quinto anno consecutivo, diminuisce la fecondità: solo 1,35 i figli per donna. Nel 1975 erano 2,21. vent’anni prima 2,33.

Del resto, in un’Italia con 60,7 milioni di residenti (139 mila in meno sull’anno precedente), gli over 64 sono 161,1 ogni cento giovani al di sotto dei 15 anni. Meno del 25% della popolazione ha un’età compresa tra 0 e 24 anni.
Quota dimezzata dal 1926.

14,2 In Italia, le famiglie senza lavoro sono passate dal 9,4% del 2004 al 14,2% dell’anno scorso. Ma al Sud raggiungono il 24,5%, quasi una su quattro.

In un Paese in cui la natalità cala (488 mila bambini nel 2015, 15 mila in meno rispetto al 2014) – e la struttura sociale cambia: più di un nato su quattro nel 2014 ha genitori non coniugati – abbiamo un esercito di “sovraistruiti”: oltre un ragazzo su tre fra i 15 e i 34 anni è preparato più di quanto il suo lavoro richieda, contro il 13% degli adulti.
La disoccupazione scende (186 mila lavoratori in più nel 2015) ma l’aumento di chi ha un lavoro permanente a tempo pieno (+0,4%) riguarda quasi solo uomini e over 50. Il dato nella fascia 15-34 anni è di «oltre dieci punti inferiore al 2008»: da aggiungere, 2,3 milioni di giovani che non studiano e non lavorano.
Ancora: nel 2014 più di 6 giovani su 10 (62,5%) tra i 18 e i 34 anni hanno vissuto a casa con i genitori: la media Ue è del 48%. Significativo il dato dell’incidenza di povertà relativa, calcolato sulla base di una soglia convenzionale che individua il valore di spesa per consumi: sale al 19% per gli under 18 nel 2014 (rispetto all’11-12% del periodo 1997-2011), mentre scende per gli anziani, che contano su redditi più sicuri e sulle pensioni. Ma l’Istat nota anche segnali positivi: gli imprenditori di giovane età assumono di più, il Jobs Act ha favorito i nuovi contratti soprattutto nelle piccole imprese, la ripresa è cominciata anche se fragile e «a bassa intensità». Nell’attesa, oltre il 42% dei ragazzi italiani sogna di vivere all’estero.
Percentuale che sale al 46,5% per i ragazzi stranieri: ne sono nati 971 mila a partire dal 1993.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online