giovedì 15 giugno 2017
Home » Notizie economiche » Il premier greco va da Putin e cerca l’alleanza: stop a sanzioni
Il premier greco va da Putin e cerca l’alleanza: stop a sanzioni

Il premier greco va da Putin e cerca l’alleanza: stop a sanzioni

Il premier greco va da Putin e cerca l’alleanza: stop a sanzioni

Tsipras a Mosca incontra il presidente russo, possibili prestiti e asse sull’energia.

La Grecia gioca tutte le sue carte e affina una nuova strategia geopolitica. Rassicura la Ue sulle scadenze, intanto. «Saremo in grado di onorarle», ha ribadito ieri il premier Alexis Tsipras.

Oggi, inoltre, dovrebbe rimborsare 460 milioni di euro al Fmi. Le trattative per lo sblocco della nuova tranche di aiuti da 7,2 miliardi, sono, però, tutt’altro che in discesa. E così non può non avere valenza politica e «simbolica» la visita che ieri Tsipras ha fatto al presidente russo Vladimir Putin per cercare un nuovo alleato. «Siamo un Paese sovrano e possiamo esercitare una politica estera multilaterale », la risposta del primo ministro ellenico alle critiche e alle perplessità dell’Europa. «La Grecia — ha aggiunto Putin — non ha chiesto alla Russia aiuti finanziari, ma i prestiti nel quadro della cooperazione sono possibili.

Non vogliamo però usare la Grecia come cavallo di Troia per condizionare i rapporti con la Ue».

Oggi Tsipras incontrerà il primo ministro Dmitry Medvedev per discutere di collaborazione economica e commerciale.

Atene, intanto, si candida a diventare l’hub del gas russo: partecipando al progetto per il Turkish Stream — il nuovo gasdotto russo-turco che Mosca ha annunciato dopo la cancellazione del progetto South Stream — potrebbe diventare «uno dei principali centri per la distribuzione energetica» in Europa. E ciò — ha detto Putin — può «aiutare ad attrarre investimenti importanti nell’economia greca e a creare posti di lavoro».

Tsipras ha poi cementato l’alleanza con Mosca parlando della crisi in Ucraina: «La Grecia non condivide la linea delle sanzioni e ha ripetuto spesso ai partner europei che la guerra economica non è una soluzione. Si tratta di un circolo vizioso».

D’altra parte le sanzioni verso la Russia pesano come un macigno su Atene che a causa dell’embargo ha visto crollare le proprie esportazioni. Insomma, dopo che Berlino ha sbattuto la porta in faccia alla Grecia che rivendicava 279 miliardi di euro di danni di guerra, Atene prova a giocare altre carte e nuove alleanze.

Anche perché proprio il ministro russo dell’Agricoltura rivela che Mosca potrebbe escludere Grecia, Ungheria e Cipro dal divieto di esportazioni verso i paesi dell’Europa, deciso dopo le sanzioni.

Diversi quotidiani russi, inoltre, fanno trapelare la notizia che Gazprom potrebbe fare sconti ad Atene sulle vendite di gas.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online