giovedì 13 luglio 2017
Home » Notizie economiche » CGIL: Province, da giugno paghe a rischio
CGIL: Province, da giugno paghe a rischio

CGIL: Province, da giugno paghe a rischio

CGIL: Province, da giugno paghe a rischio

«C’è il forte rischio che da giugno i dipendenti delle Province non prendano più lo stipendio, visti i tagli della legge di Stabilità e i ritardi, lo stallo, nel ricollocare gli esuberi derivanti dalla legge Delrio».

A lanciare l’allarme è il responsabile Settori Pubblici della Cgil, Michele Gentile.

Il pericolo per il sindacalista quindi è che dal prossimo mese, «non ci saranno più i soldi per pagare i dipendenti pubblici e nel frattempo non si è provveduto a ricollocare gli esuberi» derivanti dal superamento previsto dalla riforma Delrio. «Un’operazione — aggiunge — che doveva partire a inizio anno e che è invece bloccata».

Gentile punta il dito contro «l’inerzia del governo, le lentezze delle regioni e i tagli della legge di stabilità 2015».

Durante la protesta in piazza contro i tagli agli Enti dello scorso 11 aprile la leader della Cgil Susanna Camusso era stata molto critica.

«Non è chiaro dove vanno le funzioni delle Province per questo chiediamo che ci sia una decisione per un provvedimento che salvaguardi e ristabilizzi i precari che sono tanti nell’Ente».

A gettare acqua sul fuoco ci ha provato Gianclaudio Bressa, Sottosegretario di Stato agli Affari regionali: «Lanciare allarmi non è solo sbagliato, ma è anche da irresponsabili.

I dipendenti saranno garantiti».

Un concetto poi ribadito dal ministro della Pubblica Amministrazione Marianna Madia: «Non c’è allarme, nessuno perderà lo stipendio ed il lavoro».

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com