mercoledì 12 luglio 2017
Home » Notizie economiche » Cgia: Tasi più cara dell’Imu nella metà dei comuni
Cgia: Tasi più cara dell’Imu nella metà dei comuni

Cgia: Tasi più cara dell’Imu nella metà dei comuni

Cgia: Tasi più cara dell’Imu nella metà dei comuni

LA CGIA SUI CAPOLUOGHI

Per i proprietari di prima casa con un figlio convivente la Tasi sarà più pesante dell’Imu in un Comune capoluogo di provincia su due.

Per i nuclei senza figli, invece, la situazione migliora: in due Comuni capoluogo su tre il nuovo tributo sulla prima casa sarà più leggero.

Lo ha rilevato la Cgia di Mestre: è un primo bilancio all’indomani della pubblicazione, sul sito del Dipartimento delle Finanze, delle delibere relative alla Tasi nei 97 Comuni capoluogo che hanno deliberato l’aliquota per l’anno in corso.

Nell’ambito dei proprietari di prima casa con un figlio convivente, i più penalizzati saranno quelli di Vercelli: rispetto al 2012, quando sulla prima casa si pagava l’Imu, subiranno un aggravio di 198 euro. I rincari risultano altrettanto pesanti a Isernia (+177 euro), a Mantova (+170 euro), a Prato (+167 euro) e Bari (+ 162 euro).

I Comuni dove con la Tasi si registreranno i maggiori risparmi sono Roma (-269 euro), Brindisi (- 310 euro), Torino (-312 euro) e Siena (- 349 euro). Per i proprietari di prima casa senza figli, rispetto alla situazione precedente, la graduatoria rimane pressoché uguale, mentre sia i vantaggi sia gli svantaggi economici si riducono.

Gli aggravi maggiori sempre in capo ai proprietari di Vercelli (+148 euro), Isernia (+127 euro), e Mantova (+127 euro). Le riduzioni più marcate a Torino (- 332 euro), Brindisi (- 360 euro) e Siena (-374 euro).

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com