sabato 15 luglio 2017
Home » Notizie economiche » Bonus bebè: assegno mensile per redditi fino a 90 mila euro lordi
Bonus bebè: assegno mensile per redditi fino a 90 mila euro lordi

Bonus bebè: assegno mensile per redditi fino a 90 mila euro lordi

Bonus bebè: assegno mensile per redditi fino a 90 mila euro lordi

Il governo va avanti.
Il testo del ddl Stabilità ha avuto il via libera (è stato «bollinato») dalla Ragioneria generale dello Stato ed è stato trasmesso al Quirinale.

È stato ancora, però, il bonus bebè ad attirare l’attenzione politica e a suscitare i maggiori dibattiti.

Il presidente della commissione Affari costituzionali della Camera Francesco Paolo Sisto (FI) l’ha definita «una vera e propria trovata pubblicitaria».

La norma varrà per i genitori con redditi complessivi lordi fino a 90 mila euro all’anno.

L’assegno — (erogato mensilmente) — dovrebbe ammontare a 960 euro l’anno e varrà per tre anni.

L’effetto del contributo sarà «sterilizzato » ai fini Irpef, ossia il bonus non andrà a costituire reddito.

«Non mi piace perché non è equa», ha aggiunto Stefano Fassina (Pd).

Tra i provvedimenti contenuti nella nuova bozza della manovra, intanto, c’è anche un taglio ulteriore delle spese di Palazzo Chigi per almeno 10 milioni di euro. Altri risparmi in vista anche per la Rai, che dal 2015 dovrà fare a meno del 5% delle risorse. Una norma che ha creato altri malumori. L’esecutivo, però, non si scompone di fronte alle critiche interne o esterne.

Il premier Matteo Renzi, anzi, ha chiamato ieri «naturali» i possibili rilievi che saranno mossi dalla Commissione europea uscente alla legge di Stabilità, ma ha aggiunto di attendersi più coraggio sul rilancio dell’economia continentale dalla nuovo gruppo guidato da Jean- Claude Juncker. Il Senato ha, poi, accolto con 152 sì, 107 no e 4 astensioni la mozione presentata dai capigruppo della maggioranza che approvano le comunicazioni del premier sul prossimo Consiglio europeo.

Il governo avrebbe dovuto anche affrontare il tema dei tagli agli enti locali (4 miliardi). L’incontro a Palazzo Chigi tra il governo e le Regioni sulla manovra, previsto per ieri, è stato, infatti, posticipato a oggi alle 8. Sulle causa del rinvio è andato in scena un rimpallo di responsabilità. «Non abbiamo chiesto alcun rinvio, alcun aggiornamento dell’incontro », si è affrettato a dire il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino.

L’incontro con i Comuni è stato convocato, invece, per giovedì 30 ottobre.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com