mercoledì 14 giugno 2017
Home » Investimenti e trading: le domande degli utenti » Ritenuta del 26% si applica ai non residente in Italia?
Ritenuta del 26% si applica ai non residente in Italia?
Ritenuta del 26% si applica ai non residente in Italia?

Ritenuta del 26% si applica ai non residente in Italia?

Ritenuta del 26% si applica ai non residente in Italia?

Rispondiamo oggi a due domande pervenuteci via email, una riguarda l’applicazione (o meno) della ritenuta del 26% ai non residenti in Italia. L’altra riguarda le plusvalenze di di una quote qualificate.

NIENTE RITENUTA DEL 26% AI NON RESIDENTI

Qualora il titolare del conto corrente sia un soggetto non residente in Italia si applica la nuova ritenuta del 26% ovvero l’aliquota convenzionale?

In base al combinato degli articoli 23 Tuir e 26 Dpr 600/1973 banche e poste non debbono applicare alcuna ritenuta laddove l’interessato abbia attestato anche mediante una autocertificazione di essere un soggetto fiscalmente non residente in Italia.

QUANDO IL POSSESSO E’ QUALIFICATO

In questi ultimi 12 mesi ho acquistato a ceduto più volte quote della stessa società.
Se faccio la somma delle percentuali di partecipazione al capitale sociale delle quote cedute supero il limite fissato per le partecipazioni qualificate.
Devo tassare le plusvalenze come tali?

Ex articoto 67, comma 1, Tuir se, in nessun giorno del periodo considerato, si è stati in possesso di una quota qualificata, le singole cessioni vanno sempre inquadrate nell’ambito delle plusvalenze da titoli non qualificati.

Per informazioni, proposte, domande ed altro, contattateci attraverso il modulo Contatta faretradingonline

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online