giovedì 13 luglio 2017
Home » Investimenti e trading: le domande degli utenti » Opzione di affrancamento: dopo tassazione 1° luglio 2014

Opzione di affrancamento: dopo tassazione 1° luglio 2014

Opzione di affrancamento: dopo tassazione 1° luglio 2014

La normativa prevede la possibilità di avvalersi della c.d. “opzione di affrancamento” che permette di utilizzare, in luogo dei costi di acquisto effettivo, i valori al 30/06/2014 per il calcolo dei redditi diversi realizzati dopo tale data.

L’affrancamento consente di applicare l’aliquota del 20% sulle plusvalenze potenziali al 30/06/2014 e far emergere le minusvalenze potenziali alla medesima data, determinate valorizzando il proprio patrimonio ai prezzi del 30/06/2014.

In caso di investitore soggetto al regime del risparmio amministrato la richiesta di esercizio dell’opzione di affrancamento può essere fatta per deposito titoli.

Questo significa che saranno affrancate tutte le attività finanziare (esclusi fondi, SICAV, ETF ed i titoli privilegiati) incluse in ciascun deposito titoli, ed eventuali sottodepositi, possedute al 30/06/2014 ed ancora presenti al momento della richiesta di affrancamento.

In presenza di depositi cointestati ed eventuali sottodepositi sarà pertanto necessaria la dichiarazione di volontà di avvalersi dell’opzione di affrancamento da parte di tutti gli intestatari del rapporto. Le attività finanziarie oggetto di affrancamento saranno valutate ai prezzi ufficiali del 30/06/2014.

Per i titoli esteri la valorizzazione farà riferimento al tasso di cambio ufficiale BCE del 30/06/2014 disponibile anche sul sito della Banca Centrale Europea.

Le plusvalenze da affrancamento saranno assoggettate all’imposta del 20% ed il valore dell’imposta sarà prelevato direttamente dal conto che dovrà avere la necessaria provvista.

L’opzione può essere esercitata dal 1 luglio al 30 settembre 2014 attraverso la sottoscrizione e l’invio del moduloche dovrà pervenire entro tale data al numero di fax 02/43450602.

NB: la Banca non può esprimere un parere sull’opportunità dell’opzione di affrancamento in quanto questa deriva da una combinazione di variabili non prevedibili (singola posizione del cliente, attese di mercato, valori al 30/06/2014, etc).

Vedi Nuova tassazione rendite finanziarie 1° luglio 2014: aumento dal 20 al 26%

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]
Opzione di affrancamento: dopo tassazione 1° luglio 2014 La normativa prevede la possibilità di avvalersi della c.d. “opzione di affrancamento” che permette di utilizzare, in luogo dei costi di acquisto effettivo, i valori al 30/06/2014 per il calcolo dei redditi diversi realizzati dopo tale data. L’affrancamento consente di applicare l’aliquota del 20% sulle plusvalenze potenziali al 30/06/2014 e far emergere le minusvalenze potenziali alla medesima data, determinate valorizzando il proprio patrimonio ai prezzi del 30/06/2014. In caso di investitore soggetto al regime del risparmio amministrato la richiesta di esercizio dell’opzione di affrancamento può essere fatta per deposito titoli. Questo significa che…

Valutazione

Voto medio

Voto articolo

Trovi l'articolo utile? Dai un voto, grazie!!!

Voto utenti: Nessun voto, puoi essere il primo
100

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com