lunedì 10 luglio 2017
Home » Investimenti e trading: le domande degli utenti » Compensazione minusvalenze con plusvalenze: dopo tassazione 1° luglio 2014
Compensazione minusvalenze con plusvalenze: dopo tassazione 1° luglio 2014

Compensazione minusvalenze con plusvalenze: dopo tassazione 1° luglio 2014

Compensazione minusvalenze con plusvalenze: dopo tassazione 1° luglio 2014

Le plusvalenze realizzate dal 01/07/14 (valuta di regolamento) saranno soggette alla nuova aliquota del 26%.

Le minusvalenze realizzate fino al 30/06/14 potranno essere utilizzate per compensare le plusvalenze realizzate dal 01/07/14, limitatamente al 76,92% (rapporto tra aliquote del 20% e 26%) del loro valore.

Le minusvalenze realizzate prima del 01/01/12, riferite a titoli privilegiati tassati al 12,50%, potranno essere utilizzate per la compensazione per il 48,08% (rapporto tra aliquote del 12,50% e 26%).

Visto che la Banca ha già ridotto al 62,50% le minusvalenze al 31/12/2011, a seguito dell’aumento della tassazione dal 12,50% al 20%, lo stock in questione ed esistente al 20/06/2014 verrà ridotto del 76,92%.

ESEMPI DI CALCOLO

Titolo azionario

Minusvalenze al 30/06/14: 1.000 €

Abbattimento del 76,92%

Minusvalenze al 01/07/14: 769,20 €

Titolo di stato

Minusvalenze al 30/06/14: 1.000 €

Abbattimento del 48,08%

Minusvalenze al 01/07/14: 480,80 €

La normativa fiscale consente di compensare le minusvalenze esclusivamente con plusvalenze aventi stessa natura:

• i guadagni realizzati tramite fondi, SICAV ed ETF (differenziale positivo tra prezzo di vendita ed acquisto esclusi i diritti fissi e le commissioni bancarie) costituiscono “redditi di capitale” ed i risultati finanziari negativi sono le minusvalenze “redditi diversi”;

• per i titoli amministrati (azioni, obbligazioni, etc) le plusvalenze e le minusvalenze costituiscono entrambi “redditi diversi”.

Le plusvalenze conseguite in titoli (ad es. azioni, obbligazioni) sono compensabili per i successivi 4 anni, per i clienti che hanno il regime fiscale amministrato, con minusvalenze realizzate in Fondi e SICAV in quanto di medesima natura (entrambi redditi diversi).

Non è consentita l’operazione inversa, ovvero la compensazione di minusvalenze (reddito diverso) realizzate in titoli con redditi di capitale derivanti da Fondi e SICAV trattandosi di redditi di natura differente e non compensabili tra loro.

Vedi Nuova tassazione rendite finanziarie 1° luglio 2014: aumento dal 20 al 26%

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]
Compensazione minusvalenze con plusvalenze: dopo tassazione 1° luglio 2014 Le plusvalenze realizzate dal 01/07/14 (valuta di regolamento) saranno soggette alla nuova aliquota del 26%. Le minusvalenze realizzate fino al 30/06/14 potranno essere utilizzate per compensare le plusvalenze realizzate dal 01/07/14, limitatamente al 76,92% (rapporto tra aliquote del 20% e 26%) del loro valore. Le minusvalenze realizzate prima del 01/01/12, riferite a titoli privilegiati tassati al 12,50%, potranno essere utilizzate per la compensazione per il 48,08% (rapporto tra aliquote del 12,50% e 26%). Visto che la Banca ha già ridotto al 62,50% le minusvalenze al 31/12/2011, a seguito dell'aumento della tassazione…

Valutazione

Voto medio

Voto articolo

Trovi l'articolo utile? Dai un voto, grazie!!!

Voto utenti: 4.5 ( 1 voti)
100

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online