lunedì 10 luglio 2017
Home » Guida trading online » La scelta del broker: banca per il trading online
La scelta del broker: banca per il trading online

La scelta del broker: banca per il trading online

La scelta del broker: banca per il trading online

Prima di poter negoziare titoli online, è necessario selezionare un broker online, la banca che eseguirà vostre transazioni e conserverà il vostro denaro in un account chiamato deposito titoli.

Il settore del trading online ha visto un sacco di fusioni e acquisizioni, ma ci sono ancora molte aziende tra cui scegliere.

Sono tante le banche che offrono la possibilità di effettuare trading online (e quindi aprire un deposito titoli), tra le più note, Webank, IWBank, YouBanking, ING Direct, Fineco, Binck, WebSella, Banco Posta Online ecc ecc.

Diverse banche (Broker) mettono a disposizione esperti in grado di fornire assistenza e consigli utili sopratutto se si è agli inizi.

Cosa bisogna tener ben presente prima di scegliere una banca (Broker) con cui vogliamo fare del trading online?.

1) Quanti soldi abbiamo intenzione di investire.

Alcune banche richiedono agli investitori di immettere (sul loro conto corrente) una quantità minima di denaro per poter aprire un conto.

1) Con che frequenza faremo trading online (quante operazioni giornaliere / mensili / annuali, faremo?)

Avete intenzione di acquistare titoli da tenere a lungo in portafoglio) (nel gergo, di fare i cassettisti)

Se è così, è necessario assicurarsi che la banca scelta non applichi una tassa sul conto per la vostra inattività.

D’altra parte, se avete intenzione di fare un sacco di operazioni, cercherete una banca che applichi un costo molto basso per ogni eseguito (L’eseguito è un operazioni di acquisto o vendita).

Indipendentemente da quanto si prevede di utilizzare il vostro conto, è necessario valutare comunque le spese annue di mantenimento del conto trading.

3) Quale è il nostro livello di esperienza di trading e di che tipo di guide (assistenza) abbiamo bisogno.

Alcune banche meno costose non offrono molto in termini di assistenza.

Altre, pur avendo dei prezzi moderati, offrono ottime analisi di mercato, consigli di intermediari specializzati, news in real time di economia e finanza, guide per l’analisi tecnica ecc ecc.

4) Quali altri servizi aggiuntivi la banca ci mette a disposizione.

Alcune banche per il trading online consentono di comprare e vendere azioni, ma non permettono di fare molto altro.

Altre offrono servizi aggiuntivitipo come carte di debito, mutui, opportunità per altri tipi di investimenti come le obbligazioni e futures, ecc ecc.

5) La sicurezza nel trading online

Come con qualsiasi altro sito web con cui scambiamo informazioni personali e finanziarie, è necessario assicurarsi che la nostra banca online abbia buone misure di sicurezza, tra cui logout automatico e crittografia di trasmissione.

Voto
Ti è stato utile?
[Media: 0]
La scelta del broker: banca per il trading online Prima di poter negoziare titoli online, è necessario selezionare un broker online, la banca che eseguirà vostre transazioni e conserverà il vostro denaro in un account chiamato deposito titoli. Il settore del trading online ha visto un sacco di fusioni e acquisizioni, ma ci sono ancora molte aziende tra cui scegliere. Sono tante le banche che offrono la possibilità di effettuare trading online (e quindi aprire un deposito titoli), tra le più note, Webank, IWBank, YouBanking, ING Direct, Fineco, Binck, WebSella, Banco Posta Online ecc ecc. Diverse banche (Broker) mettono a…

Valutazione

Importanza

Voto articolo

Trovi l'articolo utile? Dai un voto, grazie!!!

Voto utenti: 4.55 ( 1 voti)
100

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Trading online: guida al trading, consigli utili e corsi gratis per guadagnare con il trading online

Copyright © 2013 - 2017
Riproduzione Vietata faretradingonline.eu - Sito / blog dedicato al trading online